ESAMI DI STATO: I DOCENTI DI RELIGIONE POSSONO ESSERE PRESIDENTI DI COMMISSIONE

L’OM n.54 sugli esami di Stato, pubblicata lo scorso 3 marzo, conferma quanto ormai da alcuni è previsto per i docenti di ruolo, cioè la possibilità per i docenti a tempo indeterminato di religione cattolica da almeno 10 anni di poter presentare la domanda in qualità di presidente di commissione.

Tutti i docenti a tempo indeterminato nella secondaria di secondo grado ivi compresi gli IdR possono essere Presidenti di Commissione. Non è necessario essere in possesso di alcuna abilitazione specifica relativa ad una classe di concorso. 

Nell’OM all’art. 7 comma  lettera “g” è l’articolo di riferimento proprio per i docenti non in possesso del semplice requisito del servizio di ruolo da almeno 10 anni, che è la condizione più comune tra i docenti a tempo indeterminato di religione: possono presentare domanda attraverso il Mod. ES-1 tramite Istanze online “i docenti in servizio con rapporto di lavoro a tempo indeterminato di istituto d’istruzione secondaria di secondo grado statale, con almeno dieci anni di servizio di ruolo”.

Non sono esclusi anche i docenti in possesso dei titoli pontifici riconosciuti quali lauree magistrali o vecchio ordinamento (quadriennali), così come previsto sempre dall’OM alla lettera “f”.

Va da sé che il presidente, così come previsto dall’OM è  esterno, dunque l’eventuale individuazione da parte dell’Ufficio Territoriale articolazione dell’USR di appartenenza del docente di religione, sarà per altro istituto diverso da quello in cui presta servizio.